Nella nostra guida troverete consigli che vi aiuteranno a risolvere molte questioni relative alla educazione e alla nutrizione del vostro animale domestico

 

 Cura e l'alimentazione dei cani

         

 

 Cura e alimentazione dei gatti


Una dieta appropriata è la chiave

1. Che cosa dovrebbe avere una dieta del cane?

2. Qual è il fabbisogno del cane per le proteine e da cui derivano le loro carenze?

3. Che cosa sostiene la pelle e il sistema immunitario del cane e che cosa gli fornisce l'energia?

4. Di quali vitamine ha bisogno il cane?

5. Quali minerali sono essenziali per il cane?

6. Ne vale la pena di preparare da soli il cibo per il cane?

7. Che cosa non dovrebbe mangiare il mio cane?

 





 
 
 
 
 
 
Cura e l'alimentazione dei cani
 

 
1. Quando posso portare in casa un cane da allevamento?
 
Il cambiamento dell'ambiente può essere per cucciolo molto stressante, per questo possiamo portarlo in casa dopo 8 settimane della loro vita. In precedenza è necessario completare tutti gli accessori necessari che garantiscono comfort per la vita in un nuovo posto.

 
2. Che cosa devo comprare prima di portare il cucciolo in casa?
 
Prima di tutto bisogna scegliere un posto dove il cane potrà riposarsi. Vale la pena di ricordare perché il posto non trovasse vicino al radiatore e non nella corrente d'aria. Questo posto dovrebbe tener conto delle dimensioni del cane ed essere ulteriormente aumentato di circa 20 cm. perché il cane possa sentirsi a proprio aggio.

Un altro elemento essenziale per il cucciolo nel nuovo luogo è la ciotola, il cibo e l'acqua. Vale la pena pensare a comprare una ciotola di ceramica o d'acciaio inossidabile. Essi sono più durevoli e più sicuri di quelli in plastica che possono essere morsi da un cucciolo al quale i denti appena crescono.I giocattoli che stiamo per dare al cane dovrebbero essere progettati per lui. I giocattoli ordinari possono contenere elementi facili da strappare e ingiorae, il che può essere pericoloso per la vita e la salute del cane.

 
3. Come preparare la nostra casa e famiglia per condividere la casa con un cane?
 
Prima dell'arrivo di un nuovo membro della famiglia bisogna assicurarsi che la stanza in cui risiederà il cuccio è ben preparata, adeguatamente accessibile e protetta in modo da non costituire nessuna minaccia. Bisogna fra l'ltro proteggere appositamente i cavi e divari tra i mobili in cui l'animale potrebbe bloccarsi. Se nella famiglia ci sono dei bambini bisogna ricordare perché spiegarli che il cane non è un giocattolo.

No si deve mai lasciare un bambino con un cane senza alcuna cura – può succedere che bambino, anche inconsapevolmente, può fare del male al cane, il quale può morderlo in atto di difesa.

 
Come prendersi cura del cane ?
 

 
1. Quando si inizia a pettinare i capelli del cane?
 
Vale la pena di far abiutare il cane ai trattamenti igienici perché tali trattamenti non fossero per esso troppo stressanti. A seconda della lunghezza dei capelli, bisogna ben selezionaet il pettine o la spazzola e comprare i cosmetici appropriati.

 
2. Come prendersi cura dei denti e delle orecchie del cane?
 
Per l'igiene orale sono ideali i massaggiagengivi speciali che impediscono la formazione di tartaro. Per prevenire le malattie della bocca del nostro animale domestico possiamo 1-2 volte alla settimana spazzolargli i denti con spazzolino e dentifricio speciale per cani.

Orecchie dei cani sono particolarmente vulnerabili alle infiammazioni, il che può portare alla micosì, e quindi una componente molto importante della cura del nostro animale domestico è una pulizia regolare delle orecchie utilizzando fluidi dedicati. Bisogna ricordare che non si devono usare i bastoncini igienici perché possono essere pericolosi per la loro salute.

 
3. Come tagliare le unghie al cane?
 
Trattamenti sistematici di taglio delle unghie possono anche essere estremamente stressanti per il cane se non n'è abituato. Per questa procedura, si usa una pinza speciale. Si dovrebbe prestare particolare attenzione durante le attività del genere perché è molto facile così far male alla zampa del animale. Se non siamo sicuri di essere in grado di fare tale trattamento o se le unghie del nostro animale sono molto scure, meglio per tagliarle chiedere il veterinario.

 
4. Che cosa dar da mangiare al cane?
 
Dobbiamo sapere che il fabbisogno di proteine, calcio e alti minerali e molto più alto di quello che si trova nel cibo per la gente. Se non si dispone della conoscenza sufficiente sulla nutrizione dei cani, preparando per esso il cibo da soli, lo esponiamo all'abbassamento della imunità e l'aumento del rischio di malattie. Nei negozi abbiamo una vasta scelta dei cibi pronti per cani della quale composizione ci permette si scegliere il cibo adeguato alla razza, alle dimensioni e all'età. In casi particolari il medico può consigliare una dieta speciale per esempio per i cani allergici, obesi, diabetici o con disturbi urinari.

 
5. Come insegnare ai cuccioli a non sporcare?
 
Prima del primo incontro con un cucciolo bisogna consultare le guide professionali dedicati alla educazione del cane. Vale la pena anche di fissare un appuntamento con un comportamentista e sfogliare i forum tematici su Internet e blog dove i proprietari di animali domestici spesso condividono la loro esperienza. Durante l'apprendimento dei principi di purezza, ricordate che lo stress e bullismo influiscono negativamente sul rapporto con l'animale. Se il cane assegnerà l'ansia di bisogni fisiologici, ciò può causare il consumo di feci o anche l'incapacità di passare urina e le feci. Per insegnare al cucciolo a defecare nel posto a questo destinato bisogna prima di tutto osservare se non si gira intorno alla casa annusando e poi e poi condurlo al luogo destinato per le esigenze fisiologiche. Al fine di raggiungere questo obiettivo possono rivelarsi utili tappetini igienici per imparare la pulizia in spazi chiusi e preparati che eliminano l'odore sgradevole e tracce di urina. Dopo ogni defecazione il cucciolo dovrebbe ricevere un piccolo premio..

 
6. Quando e come matura la cagna?
 
La maturità sessuale con i primi calori viene raggiunta normalmente intorno ai 6-12 mesi di età. Appare 2 volte all'anno e dura 21 giorni. I negozi offrono una speciale biancheria per le cagne che permette di mantenere l'appartamento in pulizia.

 
7. Perché vale la pena di sterilizzare/castrare il cane?
 
Se non abbiamo intenzione di allevamento, vale la pena considerare in consultazione con il proprio veterinario la sterilizzazione della cagna o la castrazione del cane. Con la sterilizzazione possiamo evitare malattie genitali e gravidanza immaginaria, mentre grazie alla castrazione possiamo frenare freni l'iperattività del cane.

 
8. Come preparare la cagna a diventare la madre?
 
Quando si pianifica una riproduzione dei cani, si dovrebbe andare prima al veterinario per valutare la salute e le condizioni delle femmine. Bisogna ricordare che la decisione sulla moltiplicazione è una responsabilità aggiuntiva e che ha a che fare con l'aumento dei costi della vita, per questo non si dovrebbe mai prendere le decisioni alla leggera.

 
9. Quando fare un vermifugo ai cani e come eliminare i parassiti?
 
Il vermifugo regolare permette di prevenire i parassiti che vivono all'interno del corpo del cane. Invece per proteggere il cane contro i parassiti che si accumulano sulla pelle, sono utili diverse misure di prevenzione. I preparati che contengono permetrina, imidacloprid e piriprossifen effettivamente scoraggiano le pulci. Per combattere le zecche che trasmettono babesiosi sono utili, disponibili nei negozi, sostanze che agiscono come deterrente e le pinzette destinate per estrarre gli aracnidi.

 
10. Quando e contro quali malattie vaccinare il cane?
 
La vaccinazione dei cani si usa precauzionalmente, secondo il calendario di vaccinazione che definisce veterinario. Possiamo vaccinare il cane contro le malattie come: tosse dei canili, cimurro, parvovirosi, leptospirosi, coronavirus e l'epatite virale. La vaccinazione antirabbica è obbligatoria e deve essere effettuata dopo il secondo mese di vita del cucciolo.
 

 

 
 
 
Come scegliere correttamente la dieta per un cane?
 

 
1. Quali ingredienti dovrebbe contenere la dieta per un cane?
 
Il fabbisogno di proteine, grassi e minerali cambia seconda dell'età, razza e taglia dell'animale. Le principali sostanze nutritive sono proteine, grassi, carboidrati, minerali, vitamine e acqua.

 
2. Qual è il fabbisogno del cane per le proteine ​​e da cui derivano le loro carenze?
 
Le proteine sono composti organici composti di residui amminoacidici. Per il corretto funzionamento del corpo del cane sono necessari aminoacidi come:
arginina, istidina, leucina, isoleucina, lisina, fenilalanina, tirosina, triptofano, treonina, valina, metionina, cisteina.

Carenze di proteine possono portare a malnutrizione proteica, ma anche un problema serio e comune è la carenza di metionina e cisteina, che sono responsabili per la formazione di proteine ​​della pelle e dei capelli.

 
3. Che cosa sostiene la pelle e il sistem immunitario del cane e che cosa gli fornisce l'energia.
 
La fonte principale d'energia sono grassi che forniscono gli acidi grassi necessari che sostengono il funzionamento corretto della pelle e del sistema immunitario.

Composti da carbonio, idrogeno e ossigeno i carboidrati forniscono e conservare l'energia cioè glucosio. Le fibre alimentari che costituiscono una delle frazioni dei carboidrati, influiscono positivamente sulla salute del sistem intestinale. Ci sono fibre solubili e insolubili. Le prime, fermentabili, contribuisce alla crescita della flora batterica. Invece quelle insolubili non sono soggette al processo di fermentazione in modo che gli animali siano in grado di defecare adeguatamente.

 
4. Di quali vitamine ha bisogno il cane?
 
Le vitamine necessarie per mantenere la salute sono contenute nei mangimi pronti, nelle quantità e proporzionie che sono difficili da valutare quando si prepara il cibo a casa. Le vitamine A, D, E e K sono liposolubili e sono responsabili per la salute degli occhi, ossa e funzioni antiossidanti. Invece le vitamine B1, B2, B3, B5, B5, B6, B7, B9 e B12 che sono solubili in acqua, sono necessarie per le reazioni chimiche fra l'altro nella conduzione nervosa.

 
5. Quali minerali sono essenziali per il cane?
 
Fosforo, calcio, sodio, potassio, magnesio e cloro sono i macroelementi essenziali nella dieta di ogni cane. Fra i microelementi i più importanti sono: ferro, zinco, rame, iodio, manganese e selenio.

 
6. Ne vale la pena di preparare da soli il cibo per il cane?
 
A molti sembra che preparare il cibo completo nella propria cucina non è difficile, comunque, dato che non è facile contare così il numero delle vitamine o proteine nei pasti fatti da soli possiamo il nostro animale alle carenze di alcuni composti. Gli alimenti pronti possiedono il numero adeguato di calorie, proteine, grassi, vitamine e composti minerali, necessari per il corretto funzionamento dell'organismo di ogni cane.

 
7. Che cosa non dovrebbe mangiare il mio cane?
 
Molti dei prodotti che consumiamo ogni giorno possono essere pericolosi per la salute del cane. Il cioccolato contiene teobromina che influisce male sul cuore. Uva e uva secche possono portare a danni ai reni, mentre le patate influenzano negativamente il sistema nervoso e tratto urinario.



Pericolosi per cane sono anche semi, ossa di pollo, legumi, foglie di rabarbaro, latticini e prodotti ad alto contenuto di zuccheri.
 
 
 
Le malattie più frequenti dei cani
 

 
1. Che cosa può significare il prurito e la pelle arrossata del cane?
 
Prurito e pelle arrossata può essere un segno di una delle malattie dermatologiche popolari, come la dermatite atopica, allergia da pulci o allergie alimentari. Nel caso di quest'ultima, una reazione allergica può verificarsi dopo il consumo di pollame, carne bovina, uova, latte, soia o cereali, o la maggior parte degli ingredienti dei mangimi per cani e gatti. Con allergie alimentari, un veterinario di solito prescrive all'animale domestico una dieta speciale.

 
2. Cosa fare se il cane salisce a malincuore le scale?
 
Le difficoltà motorie e riluttanza dei cani a salire le scale possono indicare un problema con le articolazioni. I danni alla cartilagine articolare sono di solito collegati con l'età del cane e il suo sovrappeso, a volte sono una conseguenza di lesioni svolte ma possono toccare anche cani di taglia grande e gigante. Per le malattie delle articolazioni il veterinario può prescrivere una dieta speciale e le medicine oppure commissionare una riabilitazione che migliorerà la qualità della vita del nostro animale.

 
3. Come prevenire l'obesità dei cani e come combatterla?
 
Sempre più spesso nei cani viene verificata l'obesità che di solito porta alla diabete o malattie della pelle, delle articolazioni e dei reni. All'aumento del peso contribuiscono di solito le cattive abitudini come: l'alimentazione “dal tavolo”, i piatti troppo grandi e poco movimento. Quando il cane comincia a prendere peso bisogna consultare il veterinario che prescriverà una dieta adeguata.

 
4. Che cosa può significare la sete intensa nel cane?
 
La malattia che all'inizio avviene praticamente senza nessun sintomo è l'insufficienza renale. La sottovalutazione della malattia può avere conseguenze fatali e ridurre significamente l'aspettativa di vita del cane. Le razze dei cani che più spesso soffrono di insufficienza renale sono: rottweiler, dalmata, cocker spaniel, beagle, doberman e pit bull. Quando notiamo che l'animale ha una sete intensa e dà una quantità eccessiva di urina, dovremmo andare subito al veterinario.

 
5. Quali possono essere le cause della cistite nel cane?
 
Batteri, funghi e parassiti sono le cause contribuiscono alla cistite, che si manifesta con ematuria e aumento della frequenza della minzione. Do rozpoznania choroby wymagane są badania krwi, moczu, RTG i USG. Per riconoscere la malattia si dovrebbe fare gli esami del sangue, delle urine, raggi X e ultrasuoni. Il veterinario può raccomandare una dieta speciale e una terapia antibiotica, antimicotica, antiparassitaria o trattamento di base.

 

 
 

 

 
 
 
Cura e alimentazione dei gatti
 

 
1. Come verificare se siamo pronti ad accettare un gatto nella nostra casa?
 
Prima di prendere un gatto in casa dovremmo pensarci se saremo in grado di dedicargli una quantità di tempo e di attenzione sufficiente. Quando siamo fuori casa, i gatti annoiati sono in grado di devastare totalmente una stanza nella quale stanno da soli. La salive che i gatti distribuiscono sul pelo può provocare forti reazioni allergiche.

Bisogna prendere in considerazione che le persone che finora non hanno dimostrato nessun sintomo di ipersensibilità possono osservare i primi segni di allergia.

 
2. Che cosa devo comprare prima di portare un gattino in casa?
 
Quando si decide di vivere con un gattino, prima del suo arrivo a casa nostra, dobbiamo completare tutti gli accessori necessari per la loro cura. Gli elementi più importanti sono: ciotola per l'acqua e il cibo, tana, giocattoli, tiragraffi, lettiera, ghiaia, paletta e trasportatore.

 
3. Come preparare un appartamento per un nuovo inquilino?
 
Prima dell'arrivo di un nuovo membro della famiglia dovremmo fare in modo che la casa sia fissata correttamente. Bisogna proteggere le finestre e il balcone con una rete speciale che protegge il nostro gatto contro le cadute dall'alto e non gli permette di uscire di casa a nostra insaputa.

 
4. Quali piante possono minacciare il nostro gatto?
 
Ai gatti piace tanto rodere le piante. Il consumo di alcuni tipi di piante può causare gravi problemi di stomaco e perfino portare alla morte del nostro animale. Per questo le piante pericolose dovremmo mettere nei luogi inaccessibili al gatto.
 
 
 
 
Come educare un gatto felice?
 

 
1. Come cavarsela con l'affilatura delle unghie nel gatto?
 
L'affilatura delle unghie è un bisogno naturale del gatto, l'effetto della quale possono essere i mobili distrutti e altri articoli domestici che piacciono al gatto.

 
2. Che tipo di tiragraffo scegliere?
 
A seconda della superficie preferita dal gatto per segare gli artigli, una soluzione sarà un tiragraffo opportunamente selezionato. Se il gatto sta distruggendo i tappeti bisogna scegliere un tiragraffo rivestito con moquette ma quando il gatto preferisce i divani è meglio scegliere un tiragraffo in sisal..

 
3. Come scoraggiare il gatto a graffiare i mobili?
 
Per incoraggiare il gatto ad usare un tiragraffo possiamo utilizzare dei preparati che contengono erba gatta. Se, tuttavia il nostro animale ha il suo oggetto preferito possiamo usare preparati repellenti per proteggerlo contro gli artigli.

 
4. Come aiutare il gatto adattarsi ad un nuovo ambiente?
 
Per aiutare il gatto adattarsi ad un nuovo ambiente, vale la pena di considerare l'uso di feromini felini. Grazie alla varietà dei prodotti disponibili nei negozi sarà facile trovare una buona soluzione.

 
5. Come insegnare al gatto ad usare la lettiera?
 
Quando un gattino appare nella nuova casa dovrebbe all'inizio vedere una lettiera riempita di ghiaia. I gatti di solito non hanno problemi ad imparare a usare il gabinetto, ma è consigliabile per premiare il vostro animale domestico.

 
6. Qual è la ghiaia migliore?
 
Nei negozi ci sono diversi tipi di ghiaia per gatti. Alcuni prodotti possono provocare allergie nei gatti o semplicemento possono non gli piacere il che gatto segnalerà attraverso una certa riluttanza ad usare la lettiera. Vale la pena di prendere in considerazione la sostituzione del prodotto con un altro.

 
7. Quando portare il gatto dal veterinario.
 
Il nuovo membro della famiglia bisogna portare subito dal veterinario per valutare il suo stato di salute, fare il vermifugo e la vaccinazione.

 
8. Contro quali malattie vaccinare il gatto?
 
Quando i gatti raggiungono i 8 settimane di età e si acclimatizzano nel nuovo posto devono essere vaccinati alle malattie più pericolose per la loro salute, fra cui: panleucopenia felina, herpesvirus felino, calicivirosi felina. Contro la rabbia dobrebbero essere vaccinati solo quei gatti che stanno o staranno fuori casa perché loro sono esposti al virus.

 

 
9. Quando fare un vermifugo al gatto?
 
Tra il terzo e il sesto mese di vita, si dovrebbe fare un vermifugo ogni 30 giorni. Quindi ripetere il trattamento ogni tre mesi. Anche se il gatto non va fuori casa, prevenire i parassiti è molto importante.

 
10. Come difendere il gatto da pulci e zecche?
 
Collare ordinario è solo un'aggiunta estetica al vostro animale domestico, ma allegando ad essa il tag dell'indirizzo della residenza, identificherà il gatto in caso della sua scomparsa, invece collare specialistico, antiparassitario, aiuterà a difendere il nostro animale domestico da pulci o zecche. La piccola campana e la riflessione attaccati al collare permetteranno di individuare rapidamente il nostro animale domestico in casa o in giardino. Scegliendo il collare per il gatto che esce fuori casa bisogna far attenzione perché fosse elastica così perché il gatto possa liberaresi senza problemi agganciando per esempio un ramo o un altro oggetto.

 
11. Che cosa è migliore per gatto: collare o bretelle?
 
Per controllare il gatto fuori casa possiamo mettergli un guinzaglio. In questo caso non si deve usare il guinzaglio con la collare perché un improvviso scatto può soffocare il nostro animale domestico. Invece di collare vale la pena di usare destinate ai gatti bretelle.

 
12. Quando la gatta può avere figli?
 
Dopo aver compiuto sei mesi di età, gatta è pronta per la fecondazione. La gravidanza dura circa 9 settimane. Dopo questo tempo la femmina dà alla luce in media 6 gattini.

 
13. Ne vale la pena di castrare/sterilizzare il cane?
 
 Se non abbiamo intenzione di allevamento, vale la pena considerare in consultazione con il proprio veterinario la sterilizzazione della gatta o la castrazione del gatto. Con la sterilizzazione possiamo evitare malattie genitali e gravidanza immaginaria, mentre grazie alla castrazione possiamo frenare freni l'iperattività del gatto.
 
 
 
Come preparare una dieta adeguata per il nostro gatto?

 
1. Come preparare una dieta adeguata per il nostro gatto?
 
Bisogna ricordare che il nostro gatto è carnivoro e per questo è molto importante preparare una dieta equilibrata alle loro esigenze. La necessità di proteine, grassi e minerali varia a seconda dell'età , razza e taglia dell'animale. Le principali sostanze nutritive sono proteine, grassi, carboidrati, minerali, vitamine ed acqua.

 
2. I gatti bevono il latte?
 
Contrariamente alla credenza popolare, il latte è dannoso per la salute del gatto. Il latte di mucca contiene il grande numero di lattosio- zucchero alla digestione del quale l'organismo del gatto è preparato. I gatti sono preparati a digerire il latte solo nel periodo quando lo prendono dalla madre, poi in maggior parte scompaiono enzimi che sono in grado di digerire il lattosio.

Il consumo del latte che è presente nella nostra dieta quotidiana può portare alla digestione e diarrea cronica. Se vogliamo dare il latte al gatto, vale la pena di usare i prodotti lattiero-caseari, disponibili in molti negozi, che sono adattati all'organismo del nostro animale domestico.

 
3. Quali sono le proteine essenziali nella dieta del gatto?
 
Le proteine sono composti organici composti di residui amminoacidici. Per il corretto funzionamento del corpo del cane sono necessari aminoacidi come:
arginina, istidina, leucina, isoleucina, lisina, fenilalanina, tirosina, triptofano, treonina, valina, metionina, cisteina, taurina.

 
4. Il gatto può mangiare il cibo pensato per il cane?
 
I gatti hanno un fabbisogno più elevato di proteine​​, quindi il gatto non dovrebbe mangiare il cibo pensato per cani, perché può causare una carenza di questo composto.

 
5. Quali sono le conseguenze della carenza di proteine nella dieta del gatto?
 
La carenza di proteine può portare alla malnutrizione proteica. Un altro problema anche serio e comune è la carenza di metionina e cisteina che sono responsabili per la formazione di proteine della pelle e dei capelli

 
6. Quali grassi dobrebbero trovarsi nella dieta quotidiana del gatto?
 
La fonte principale d'energia del gatto sono grassi che sostengono il corretto funzionamento della pelle e del sistema immunitario. Il gatto non ha la capacità di trasformare l'acido che si trova nei grassi vegetali nell'acido arachidonico, cioè acidi omega 6. La fonte di questi grassi sono prodotti animali per es. tuorlo d'uovo o carne grassa. Gli alimenti sia umidi che secchi, che prevengono gli effetti delle carenze di questo componente, possiedono il livello adeguato dell'acido arachidonico.

 
7. I carboidrati- come bilanciare correttamente la dieta del gatto?
 
Composti da carbonio, idrogeno e ossigeno i carboidrati forniscono e conservare l'energia cioè glucosio. Le fibre alimentari che costituiscono una delle frazioni dei carboidrati, influiscono positivamente sulla salute del sistem intestinale. Ci sono fibre solubili e insolubili. Le prime, fermentabili, contribuisce alla crescita della flora batterica. Invece quelle insolubili non sono soggette al processo di fermentazione in modo che gli animali siano in grado di defecare adeguatamente.

 
8. Di quali vitamine ha bisogno il cane?
 
 
Le vitamine necessarie per mantenere la salute sono contenute nei mangimi pronti, nelle quantità e proporzionie che sono difficili da valutare quando si prepara il cibo a casa. Le vitamine A, D, E e K sono liposolubili e sono responsabili per la salute degli occhi, ossa e funzioni antiossidanti. Invece le vitamine B1, B2, B3, B5, B5, B6, B7, B9 e B12 che sono solubili in acqua, sono necessarie per le reazioni chimiche fra l'altro nella conduzione nervosa.

 

Fosforo, calcio, sodio, potassio, magnesio e cloro, sono essenziali nella dieta di ogni gatto. Fra i microelementi per il corretto funzionamento del corpo, saranno necessari: ferro, zinco, rame, iodio, manganese e selenio.

 
9. Quando dare al gatto gli integratori?
 
I più minerali e vitamine il cibo per gatti contiene, meglio è. Usando i cibi poveri di tali composti, è importante una corretta integrazione. Nei negozi ci sono molti preparati supplementari, della quale somministazione è favorevole allo sviluppo sano del nostro animale domestico.

 
10. Posso dare al mio gatto il cibo preparato da soli a casa?
 
A molti sembra che preparare il cibo completo nella propria cucina non è difficile, comunque, dato che non è facile contare così il numero delle vitamine o proteine nei pasti fatti da soli possiamo il nostro animale alle carenze di alcuni composti. Gli alimenti pronti possiedono il numero adeguato di calorie, proteine, grassi, vitamine e composti minerali, necessari per il corretto funzionamento dell'organismo di ogni cane.

Il cibo pensato per il gatto è stato ben bilanciato- aiuta a soddisfare tutte le esigenze nutrizionali del gatto.

 
11. Alimenti secchi e umidi. Quali scegliere?
 
Cibo secco, in forma di croccanti, può essere difficile da masticare per i piccoli gattini. In questo caso, è meglio mescolarlo con il cibo umido e gradualmente aumentare la quantità di cibo secco e ridurre la quantità di cibo umido. Cibo secco può essere inumidito con un po' di acqua tiepida. La somministrazione del cibo sia secco che umido fa si che la sua dieta non è monotona e il consuma di acqua maggiore.
 
 
 
Le malattie più frequenti nei gatti
 

 

1. Grattarsu e leccari il pelo dal gatto significa sempre i sintomi di allergia alimentare?

Prurito e pelle arrossata può essere un segno di una delle malattie dermatologiche popolari, come la dermatite atopica, allergia da pulci o allergie alimentari. Nel caso di quest'ultima, una reazione allergica può verificarsi dopo il consumo di pollame, carne bovina, uova, latte, soia o cereali, o la maggior parte degli ingredienti dei mangimi per cani e gatti. Con allergie alimentari, un veterinario di solito prescrive all'animale domestico una dieta speciale.

 

 
2. Che cosa fare se il gatto ha problemi a muoversi?
 
Le difficoltà motorie e riluttanza dei cani a salire le scale possono indicare un problema con le articolazioni. I danni alla cartilagine articolare sono di solito collegati con l'età del gatto e il suo sovrappeso, a volte sono una conseguenza di lesioni svolte ma possono toccare anche gatti di taglia grande e gigante. Per le malattie delle articolazioni il veterinario può prescrivere una dieta speciale e le medicine oppure commissionare una riabilitazione che migliorerà la qualità della vita del nostro animale.

 
3. Come affrontare l'obesità nei gatti? Quali sono le cause più comuni?
 
Sempre più spesso nei gatti viene verificata l'obesità che di solito porta alla diabete o malattie della pelle, delle articolazioni e dei reni. All'aumento del peso contribuiscono di solito le cattive abitudini come: l'alimentazione “dal tavolo”, i piatti troppo grandi e poco movimento. Quando il gatto comincia a prendere peso bisogna consultare il veterinario che prescriverà una dieta veterinaria adeguata.

 
4. Perché il gatto beve sempre di più, e dà una maggiore quantità di urina?

La malattia che all'inizio avviene praticamente senza nessun sintomo è l'insufficienza renale. La sottovalutazione della malattia può avere conseguenze fatali e ridurre significamente l'aspettativa di vita del gatto. Quando notiamo che l'animale ha una sete intensa e dà una quantità eccessiva di urina, dovremmo andare subito al veterinario.

 
5. Che cos può significare il sangue nelle urine del gatto?
 
Batteri, funghi e parassiti constribuiscono alla cistite, che si manifesta con ematuria e aumento della frequenza della minzione. Per riconoscere la malattia si dovrebbe fare gli esami del sangue, delle urine, raggi X e ultrasuoni. Il veterinario può raccomandare una dieta speciale e una terapia antibiotica, antimicotica, antiparassitaria o trattamento di base.

Non ci sono ostacoli per monitorare e rilevare le infezioni batteriche tramite il test disponibile presso negozi di animali.

 
6. Quali sono i sintomi di malattie trasmesse da zecche?
 
Attualmente, si stima che ogni terza zecca porta la malattia di Lyme. Se il posto dopo una puntura di zecca sta sanguinando copiosamente ed è stato creato intorno ad esso un anello bisogna al più presto andare dal veterinario. La malattia di Lyme può anche manifestarsi da febbre, malessere, sensibilità e perdita di appetito.

Oltre alla malattia di Lyme, le zecche possono trasportare anche babesiosi, anaplasmosi, encefalite da zecche, e molte altre malattie pericolose per la vita dell'animale. Vale la pena di proteggere il gatto contro le zecche utilizzando preparati antiparassitari.

 
7. Come prendersi cura di un gatto dopo la sterilizzazione / castrazione?
 
 Procedura di sterilizzazione richiede punti di sutura, che sono di solito solubili. Il gatto può iniziare a leccarsi intensamente questo posto, quindi sarà utile il vestito protettivo.

 
8. Quale può essere la causa dell'odore sgradevole dalla bocca del gatto?
 
Se da un certo tempo sentiamo l'odore sgradevole dalla bocca del nostro gatto dovremmo portarlo dal veterinario. La causa dell'odore sgradevole può essere per es. tartaro, disturbi renali o problemi digestivi.

 
9. Palle di pelo- che cos'è? Come aiutare il gatto?
 
Vomito, stitichezza e la presenza di pelo nelle feci possono significare persistenti nel corpo del gatto pelli di pelo. Oltre la pettinatura dei capelli può essere utilizzato anche il cibo specialistico o incolla che aiuteranno il nostro gatto a digerire il pelo che si accumula nel suo stomaco.

 

 

Condizioni generali | Guida | F.A.Q. | Resi e reclami | Spedizione e pagamento | Contatto | Chi siamo | Condizioni delle promozioni | Sitemap | Cani | Gatti | Cambia valuta in PLN | Soddisfazione al 100% o rimborso dei soldi!
Chat

Scegli la Chat